Editoriale di gennaio 2021

aggiornato al | Staff | ARTICOLI

a cura di Antonella Misuraca, presidente del CUFO di Bologna

Con questa prima newsletter dell’anno vogliamo rinnovare la voglia di sentirci parte di una stessa comunità, con la forza della quale passeremo anche questo periodo di emergenza sanitaria che ha cambiato la vita di tutti noi, ma non affievolito la nostra voglia di metterci in gioco e INSIEME trovare soluzioni. Come associazioni del CUFO rinnoviamo il nostro impegno e auguriamo a tutti BUON ANNO!

EditorialeGennaio

In qualità di genitori di persone con disabilità o con psicopatologie spesso ci poniamo la naturale domanda del “Dopo di Noi”, perché con fatica abbiamo cercato di rendere la vita dei nostri cari la migliore possibile, siamo riusciti a raggiungere a volte traguardi impensati, altre volte ci siamo dovuti arrendere davanti all’evidenza, ma abbiamo lottato e lottiamo sempre perché i nostri figli siano felici o lo siano quanto più possibile, pesando il meno possibile sulla comunità. Allora quale futuro immaginiamo, o meglio come possiamo contribuire da ora affinché ci sia un “dopo di noi” rispettoso dei desiderata dei nostri cari? Siamo pronti noi genitori a fare queste valutazioni e i nostri figli sono stati educati pensando che si deve poter dare alla società in base a quello che si può, ma si dà e non si riceve solo, in quanto parte di una comunità. E la comunità è pronta ad essere flessibile secondo i famosi “accomodamenti ragionevoli" citati dalla convenzione Onu 2006?
Molte sono le esperienze territoriali, molte sono le risposte a peculiarità differenti perché le esigenze sono diverse. Non si parla quasi più di istituti, nel senso di entità che non mettono al centro la persona. Ma culturalmente la società è pronta? E il territorio? Si possono coprogettare interventi con noi familiari già nel “durante noi”?
In questo numero, Teresa Vivarelli ci parla di una esperienza sull’Appennino e Marina Cesari di un’altra a Bologna. Da un punto di vista culturale apprezziamo la testimonianza di Alberto Alberani.

Durante l’emergenza sanitaria è emersa, e in queste pagine è stato già evidenziato, una serie di problematiche di impatto psicologico. Ora vorremmo focalizzarci sui giovani, sia con psicopatologie e disabilità che normodotati e normotipici. Di tutti insomma, perché è stata richiesta un’adattabilità in tempi brevi a modalità relazionali nuove, al distanziamento fisico, chiedendo a tutti uno sforzo perché non si tramutasse in distanziamento sociale.
I giovani che tecnologicamente sono sempre avanti, sono stati spiazzati comunque dalla mancanza di incontri in presenza. La scuola seguita a distanza con la DAD è diversa. Ce ne parlano il dott. Costa, neuropsichiatra e Annalisa Masi e Eleonora Strazzari , psicologhe dello Spazio Giovani di Bologna.

Parlando di sostegno psicologico accogliamo con piacere la riflessione della dott.ssa DeMaria sui gruppi AMA al tempo del Covid-19, perché tale modalità di sostegno reciproco ha assunto forme nuove ma altrettanto valide.

Questo numero si conclude con alcune specifiche utili in tempo di pandemia. La campagna vaccinale è un tema importante, il suo andamento e le priorità delle fasce della popolazione più fragile che verranno interessate è di grande rilievo. Ne abbiamo parlato durante la riunione CUFO del 12 gennaio scorso con la dott.ssa Avaldi e molto volentieri riportiamo una sua breve nota in merito. Come rappresentanti e utenti di persone con disabilità e psicopatologie speriamo che tali soggetti vengano vaccinati se compresi nel prossimo gruppo di fasce prioritarie.



 

Marco Cavallo - simbolo della chiusura dei manicomi

La Terra Santa

...quando amavamo
ci facevano gli elettrochoc
perché, dicevano, un pazzo
non può amare nessuno...

Versi tratti da "La Terra Santa"
di Alda Merini
Una raccolta di poesie che l'autrice scrisse quando era rinchiusa nel manicomio Paolo  Pini, di Milano.

Scorciatoie

Sogni&Bisogni

Associazione Cercare Oltre

presso Istituzione Giancarlo Minguzzi
Via Sant'Isaia, 90
40123 Bologna
Codice Fiscale: 91345260375
email: redazione@sogniebisogni.it

Privacy&Cookies

Privacy Policy Cookie Policy