• Home
  • documenti
  • Articoli
  • Un pomeriggio in centro: il piacere della lettura collettiva sorseggiando un caffè

Un pomeriggio in centro: il piacere della lettura collettiva sorseggiando un caffè

aggiornato al | Staff | ARTICOLI

di Rocco De Luca, redattore di Sogni&Bisogni

Leggere è un'esperienza unica e gratificante che offre numerosi benefici sia per la mente che per l'anima. Leggere permette di immergersi in mondi diversi, vivere avventure straordinarie e conoscere personaggi affascinanti, senza lasciare il comfort della nostra poltrona. Attraverso la lettura, possiamo esplorare culture lontane, epoche passate e futuri immaginari, arricchendo la nostra comprensione del mondo e di chi lo abita”. Bibi Bizzaro, educatrice che lavora a Spazio Rondine per la cooperativa Società Dolce, da anni segue l’attività del gruppo di lettura e racconta come, nel corso del tempo, i partecipanti abbiano letto moltissimi libri insieme, dai classici della letteratura ai bestseller contemporanei, e ogni volta l'esperienza è stata arricchente.

gruppo lettura

Non si tratta solo di leggere, ma di condividere emozioni, riflessioni e momenti di vita. La lettura di gruppo non è solo un passatempo, ma una vera e propria esperienza di crescita personale e comunitaria. Nelle progettazioni attive che rientrano nel Budget di salute, un ruolo fondamentale è rappresentato dalla dimensione gruppale. Le attività di gruppo promosse da Spazio Rondine, si possono declinare in percorsi di tipo espressivo, sportivo, sulla cura del benessere fisico, interventi sull’autonomia e percorsi tematici socio-relazionali. In quest’ultima tipologia troviamo l’attività del gruppo di lettura che nasce con l’obiettivo di incentivare l’interesse per i libri e lo sviluppo dei benefici da essa derivati, agevolare il mantenimento delle facoltà cognitive e stimolare la creazione di relazioni significative tra i partecipanti. “Il martedì pomeriggio al bar Gil&Bert di via Marsala è diventato un punto fermo della mia settimana lavorativa. Da anni, un gruppo affiatato di lettori si riunisce lì per condividere la passione per i libri e trascorrere un po' di tempo in compagnia. Ogni incontro è un'occasione speciale, dove, sorseggiando un caffè, ci immergiamo nelle pagine del libro scelto, esplorando insieme trame affascinanti e personaggi indimenticabili”, racconta Bizzaro.

Le attività sul territorio, come in questo caso, permettono alle persone di riappropriarsi della conoscenza e dell’utilizzo degli spazi del proprio ambiente di vita e della città. Le esperienze all’interno del proprio tessuto sociale consentono la ricostruzione di una rete, importante per il raggiungimento di un equilibrio di funzionamento sociale tale da consentire il miglior benessere possibile. “L'atmosfera del bar Gil&Bert, con il suo arredamento accogliente e il profumo invitante di caffè appena preparato, crea un ambiente perfetto per la lettura e la conversazione. Questo spazio è diventato quasi nostro, un luogo dove ci sentiamo a nostro agio e liberi di esprimerci. I proprietari del bar sono sempre molto disponibili e hanno contribuito a creare un ambiente caldo e accogliente, concedendoci una saletta tutta per noi, che rende ancora più piacevole la nostra attività”.

Bizzaro racconta che ogni incontro inizia con un breve momento di saluto e rilassamento per aiutare i partecipanti a sentirsi a proprio agio. L’attività prevede che ogni partecipante legga ad alta voce un paragrafo del libro, in modo da poter coinvolgere tutti. Il gruppo è eterogeneo, composto da persone di diverse età e background, il che rende le discussioni ancora più ricche e stimolanti. Ciascuno porta le proprie esperienze e prospettive, e questo scambio di idee spesso apre nuovi orizzonti di comprensione del testo. Ogni libro diventa così una scoperta collettiva, un viaggio che si affronta insieme, arricchendo la visione del mondo. E l'educatore? La sua funzione è di coordinamento, deve mediare le molteplici dinamiche che si creano nel gruppo, stimolando la partecipazione e agevolando la creazione di un clima inclusivo. La lettura di gruppo può trasformarsi in un'attività piacevole e divertente, dove i partecipanti godono del piacere di scoprire e discutere nuovi libri insieme.

“Partecipare all'attività di lettura collettiva è un'esperienza stimolante. Grazie a questo gruppo, ho scoperto autori e generi che non avrei mai esplorato da solo. Inoltre, condividere pensieri e sentimenti sui personaggi e sulle trame ha rafforzato il legame con le altre perone, creando una comunità unita dalla passione per la lettura. Consiglio vivamente questa esperienza a chiunque ami i libri e desideri approfondirne la conoscenza in buona compagnia”, racconta Giacomo, uno dei partecipanti storici del gruppo. Al termine della lettura, il gruppo dedica un po' di tempo a condividere le emozioni che la lettura del libro ha suscitato e per discutere i progressi personali, un momento che aiuta a creare continuità e comunità.

Leggere insieme ad alta voce non solo promuove la lettura e l'alfabetizzazione, ma offre anche un'opportunità per esprimere emozioni e sviluppare abilità sociali. I partecipanti possono trovare conforto e comprensione nelle storie lette e nel supporto reciproco del gruppo. Inoltre, l'attività può ridurre i sentimenti di isolamento, migliorare l'umore e stimolare la riflessione personale. Il piacere di leggere risiede anche nella tranquillità e nel relax che questo atto porta con sé. “Sfogliare le pagine di un libro può essere un'evasione dalle preoccupazioni quotidiane, un momento di calma in cui possiamo perderci nella trama e nelle emozioni dei personaggi. Questo viaggio nella narrativa stimola la nostra immaginazione, migliora la concentrazione e favorisce un senso di pace interiore”, conclude Bizzaro.




 

Marco Cavallo - simbolo della chiusura dei manicomi

La Terra Santa

...quando amavamo
ci facevano gli elettrochoc
perché, dicevano, un pazzo
non può amare nessuno...

Versi tratti da "La Terra Santa"
di Alda Merini
Una raccolta di poesie che l'autrice scrisse quando era rinchiusa nel manicomio Paolo  Pini, di Milano.

Scorciatoie

Sogni&Bisogni

Associazione Cercare Oltre

presso Istituzione Giancarlo Minguzzi
Via Sant'Isaia, 90
40123 Bologna
Codice Fiscale: 91345260375
email: redazione@sogniebisogni.it

Privacy&Cookies

Privacy Policy Cookie Policy