La psichiatria per adulti: Servizi socio-sanitari

SERVIZI SOCIO-SANITARI

  • Le Residenze Socio-Sanitarie

Le residenze socio-sanitarie sono anch’esse strutture extraospedaliere, con ospitalità a tempo pieno, assistenza 24/24 e presenza medico-infermieristica meno intensiva rispetto alle RTP , in cui vengono effettuati programmi assistenziali e socio-assistenziali.

Sul territorio di Bologna sono presenti diverse strutture socio-sanitarie gestite dal privato-sociale con finalità  (Olmetola, Bosco dei Grilli,Grillo Parlante, Azzurro Sole etc.) in fase di accreditamento.      

Inoltre, 100 persone circa sono accolte in modo permanente in case di riposo  provenienti da ex presidi manicomiali o persone con alta cronicità che richiedono un buon livello assistenziale.         

  • Gli alloggi supportati

Sono alloggi di civile abitazione ubicati prevalentemente in zone urbane, con facile    accesso ai mezzi di trasporto, destinati ad ospitare in modo temporaneo un numero limitato di persone in cura presso un CSM.

Gli Appartamenti del progetto ‘ABITARE SUPPORTATO’ del DSM–DP rappresentano luoghi nei quali è possibile sperimentare ed incrementare autonomie ed abilità favorendo la partecipazione degli ospiti a progetti di lavoro e di ri-socializzazione, prima del rientro nel proprio nucleo familiare.

L’ABITARE SUPPORTATO si avvale di 2 tipologie di alloggi:

      1. Gruppi Appartamento  con 28 posti letto a gestione diretta da parte del DSM e circa 30 posti letto affidati in gestione al privato sociale (Martin Pescatore, Asscoop, il Nazzareno, Solidarietà Familiare); entrambi si avvalgono di operatori dedicati che intervengono  in orario diurno (un gruppo di operatori infermieri, OSS, educatori per gli appartamenti pubblici: Busacchi, Bertocchi, Melograno, Magnolia)
      2. Appartamenti di Servizio rivolti a persone già dotate di  maggiori autonomie; si avvalgono del supporto di operatori  dei CSM territoriali di competenza. Le persone inserite hanno un progetto individualizzato di cura e gli operatori del CSM intervengono a domicilio  al fine di favorire la convivenza e il raggiungimento degli obiettivi esplicitati nel progetto personalizzato condiviso. Sono complessivamente 70 i posti letto messi a disposizione (34 appartamenti) nella città di Bologna e provincia.

Infine, vi sono gli alloggi gestiti dalle associazioni Il Ventaglio di ORAV e Amici di Piazza Grande, in accordo con il DSM, per progetti individualizzati e condivisi verso l’autonomia. Si tratta di miniappartamenti ottenuti in comodato dal Comune di Bologna nell’ambito del progetto “Alloggi di transizione” dell’Istituzione per l'inclusione sociale e comunitaria “Don Paolo Serra Zanetti”.

E' inoltre attivo dal 2007 il Progetto IESA (Inserimento Eterofamiliare Supportato per Adulti) che promuove l'accoglienza presso nuclei familiari di volontari formati e sostenuti di cittadini con disturbi mentali gravi seguiti dai CSM.